LA NONA EDIZIONE DEL SALONE DEL CAMPER CHIUDE CON OLTRE 130 MILA PRESENZE

Soddisfazione tra le aziende espositrici che hanno incontrato migliaia di appassionati e acquirenti
Tra tecnologia ed emozione, estetica e comodità, anche gli italiani riscoprono il van

 

Confermando tutte le attese, con oltre 130mila presenze, il Salone del Camper si è definitivamente affermato come appuntamento imprescindibile del Turismo in Libertà. Organizzato da Fiere di Parma e da APC – Associazione Produttori Caravan e Camper – ha infatti saputo portare in scena dall’8 al 16 settembre oltre 300 aziende dell’industria del caravanning, e 730 modelli che, tra rivoluzione tecnologica e design, hanno catturato l’interesse di un pubblico di qualità e altamente profilato.

Un salone sempre più baricentro, insomma, nello scacchiere internazionale che questo anno, per la prima volta, è riuscito anche ad esercitare la sua capacità attrattiva su giovani, neofiti e millennial alle prese con la prima vacanza on the road.

A sedurre gli appasionati nei 140 mila metri quadrati di superficie espositiva del polo fieristico, luxury motorhome, roulotte, camper e soprattutto campervan la vera moda del momento. Pratici da manovrare, facili da parcheggiare, si usano in città come seconda auto al posto del suv e nel week-end per viaggi fuori-porta. Sanno interpretare le nuove esigenze di mobilità e vacanza, ma guai a considerarli come il van dei figli dei fiori. I nuovi veicoli, ben lontani dal mito freak, come hanno ben dimostrato i modelli in esposizione, strizzano infatti l’occhio a design, demotica e intelligenza artificiale.

Che il mercato dei camper viaggi oggi a pieni giri, lo dice non solo il grande afflusso di presenze al salone ma i numeri. Un popolo di 8,7 milioni di turisti ( 4,2 min di italiani e 4,7 di stranieri) che ha contribuito nel 2017 all’economia del Bel paese con 2,6 mld Euro di fatturato e che è in continua crescita: nel 2016 a viaggiare in Italia erano 4,1 milioni di italiani e 4,3 stranieri (Fonte: Osservatorio sul turismo in libertà 2018 curato dal CISET).

Anche produzione e immatricolazioni del settore, nel 2017, hanno fatto registrare risultati eccellenti rispettivamente con un +43% (rispetto al 2016) e +20%. Un trend confermato anche dagli ottimi riscontri del primo semestre 2018, con +16% nel mercato del nuovo Italia e +13% nella produzione. (Fonte: VII edizione Rapporto Nazionale APC)

“La soddisfazione delle aziende per questa edizione del Salone del Camper  è tangibile e prospettica– ha dichiarato Antonio Cellie, CEO di Fiere di Parma. Tangibile perchè grazie anche al lavoro fatto con APC, il turismo en plein air ha finalmente acquisito una dimensione moderna e contemporanea. Prospettica perchè conferma le enormi potenzialità, ancora inespresse, del Turismo in Libertà in Italia”.

Con una quota di mercato che rappresenta solo il 7,5% circa è infatti ancora al di sotto sia della media europea (10%) sia del nord Europa dove raggiunge punte del 20%.”

 

 

“Anche quest’ultima edizione del Salone del Camper – ha commentato Simone Niccolai, Presidente di APCha dimostrato ampiamente l’interesse per il nostro settore: ancora ottima l’affluenza, numerose le novità dei veicoli esposti ma soprattutto tanto l’entusiasmo da parte di tutti, dei produttori, dei concessionari e dei visitatori. Un entusiasmo che va a braccetto con la netta ripresa del nostro settore e testimoniato dalla presenza all’inaugurazione del ministro Gian Marco Centinaio che ha portato la nostra modalità turistica al centro del panorama politico italiano”. 

 

 

Molti, in occasione del salone, i talk organizzati con scrittori, giornalisti e fotografi. Nell’ultimo fine settimana grande affluenza di pubblico per Giuseppe Leo Leonelli con il suo cammino di Santiago e per il dessert runner Giuliano Pugolotti. Poi è stata la volta di Antonella Selva con “Cronache dalle periferie dell’Impero”, e Gigi Montali che ha chiuso la rassegna con un racconto sulla terra del blues, il Mississippi.  Nel complesso un palinsesto di circa 50 appuntamenti.

APC_Premiazione_Bando ComuniNella giornata di sabato APC ha premiato i 4 comuni vincitori del Bando “I Comuni del Turismo in Libertà”: 80mila euro complessivi assegnati a Calalzo di Cadore (BL), Chianciano Terme (SI), Francavilla Marittima (CS) e Lama dei Peligni (CH) per la realizzazione di aree di sosta attrezzate. Nel solco di un Turismo in Libertà “sicuro”, durante la cerimonia di premiazione, è stato consegnato un attestato con il quale l’organizzazione “Insieme per Fare” (partner di APC), si impegna a consegnare ai comuni, una volta realizzata l’area di sosta, un defibrillatore. L’attenzione si è poi spostata, sempre nella giornata di sabato, all’ Umbria e nello specifico alle azioni intraprese dalla regione per riattivare il Turismo in Libertà dopo il sisma del 2016. Il tema è oggetto di un rapporto che verrà presentato da APC a Perugia il 17 ottobre p.v.

L’appuntamento ora è con TOF – Turismo e Outdoor Festival (15-17 febbraio) mentre la decima edizione del Salone del Camper si terrà a Parma dal 14 al 22 settembre prossimi. 

Iscriviti alla newsletter di APC