SCOPRIRE L'ITALIA CON LA APC GOLD CARD: VIAGGIO IN PUGLIA TRA TRADIZIONI, STORIA E GOLOSITÀ - Associazione Produttori Caravan e Camper

SCOPRIRE L’ITALIA CON LA APC GOLD CARD: VIAGGIO IN PUGLIA TRA TRADIZIONI, STORIA E GOLOSITÀ

Se non è ancora tempo per tornare a girare l’Italia in camper, è sempre comunque il momento buono per scoprire itinerari e mete per quando potremo di nuovo rimetterci in viaggio. Per questo, abbiamo deciso di non fermarci e di continuare a proporre consigli e destinazioni per gli amanti del turismo in libertà. In questo articolo vi portiamo in Puglia lungo un itinerario che da Andria ci condurrà prima a Gravina, passando per Castel del Monte, e poi ad Altamura. A guidarci non sono solo le bellezze di questi luoghi, ma anche la voglia di farvi conoscere tre musei che aspettano, con sconti e agevolazioni, i possessori della APC Gold Card: il Museo del confetto, il Museo della Cola Cola e il Museo Diocesano Matronei Altamura.

 

 

Andria e il Museo del confetto

Il nostro itinerario parte dalla bella cittadina di Andria, sul pendio inferiore delle Murge, a 12 chilometri dal mare Adriatico. Il centro offre numerosi punti di interesse. Da non perdere sono la visita della basilica del Santuario di Santa Maria dei Miracoli, con il suo pregevolissimo soffitto ligneo a cassettoni, e l’assaggio della prelibata Burrata di Andria IGP.

Un piccolo gioiello della città è poi rappresentato dal Museo del confetto “Giovanni Mucci”. È qui che le sorelle Mucci portano avanti una storia iniziata nel 1894, quando il loro bisnonno capì che quelle perle colorate avrebbero scritto un capitolo della tradizione dolciaria italiana.

I possessori della APC GOLD CARD hanno diritto a una riduzione sul biglietto di entrata al Museo (3€ invece di 5€) e uno sconto del 5% sull’acquisto dei confetti.
Per informazioni e prenotazioni: museodelconfetto.it

 

 

Tappa a Castel del Monte

Lasciata Andria, proseguiamo il nostro tour in camper tra le bellezze del Sud dirigendoci verso Gravina di Puglia. Dobbiamo percorrere poco più di 50 chilometri, ma lungo la strada vi consigliamo di fare una breve deviazione per visitare il Castel del Monte. Sull’altopiano delle Murge occidentali, vi troverete di fronte l’imponente fortezza fatta costruire nel XIII secolo da Federico II, imperatore del Sacro Romano Impero. Diventato uno dei simboli della Puglia, Castel del Monte è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

 

 

Gravina di Puglia e il museo della Cola Cola

A darci il benvenuto a Gravina di Puglia è il suggestivo Ponte dell’Acquedotto. 37 metri di altezza e 90 di lunghezza, la struttura è realizzata ad archi ed è stata costruita per permettere ai fedeli di attraversare il Crapo – l’antico nome del torrente Gravina – e raggiungere la chiesetta della Madonna della Stella. Non si conosce con esattezza la data della sua costruzione, ma le testimonianze storiche ne confermano la presenza sicuramente almeno dal 1866.

Un’esperienza da non perdere a Gravina di Puglia è la visita del Museo della Cola Cola, uno dei luoghi più autentici e divertenti d’Italia. La Cola Cola è un fischietto che veniva usato come gioco per bambini ai tempi della Prima Guerra Mondiale. Col passare degli anni questo strumento ha fatto il giro del mondo, facendosi conoscere dagli Stati Uniti alla Germania, ma la Puglia rimane una delle sue “case”: i rappresentanti della famiglia Loglisci, che coltivano ancora la passione ereditata dal nonno e gestiscono il Museo di Gravina, sono tra i pochissimi autori che non mancano in nessuna collezione, mostra o pubblicazione sui fischietti.

I possessori della APC GOLD CARD hanno diritto all’ingresso gratuito che include la visita privata e la possibilità di eseguire un mini-laboratorio di 20 minuti con il Maestro Artigiano Marco Tritto. È inoltre previsto uno sconto di 1€ sugli oggetti di terracotta in vendita.
Per informazioni: museodellacolacola.weebly.com

 

 

Altamura e il Museo Diocesano Matronei Altamura

Il nostro itinerario ci porta ora a 13 chilometri da Gravina di Puglia. L’ultima tappa è Altamura, patria del Pane di Altamura DOP e delle “Tette delle monache”, un dolce tipico realizzato con pan di Spagna farcito con una golosa crema chantilly… da leccarsi i baffi!
Oltre all’assaggio dei prodotti tipici, nella cittadina vi aspetta lo splendido MUDIMA – Museo Diocesano Matronei Altamura. Il museo si trova all’interno della maestosa cattedrale che, nella parte più alta, custodisce i bellissimi matronei, ricchi di marmi e stucchi dorati, dove una volta sedevano le donne per seguire le celebrazioni. A impreziosire la visita è la vista dal campanile che si apre sulla Murgia e le colline della Basilicata.
I possessori della APC GOLD CARD possono accedere al MUDIMA al costo di 2€ (invece di 3€), comprensivo di audioguida su smartphone.
Per informazioni: museodiocesano.org

 

ATTENZIONE. L’ingresso alle realtà indicate nell’articolo potrebbe essere soggetto a restrizioni a seguito di specifiche misure adottate per l’emergenza Coronavirus (COVID-19) nel settore dei beni e delle attività culturali. Si consiglia di contattare direttamente le strutture per verificarne l’apertura e le modalità di visita.

Iscriviti alla newsletter di APC